5 ANNI, 1 RIVOLUZIONe IN ATTO

Negli ultimi 5 anni Rimini è cambiata sotto il passo di una rivoluzione costruita sui fatti. Cantieri (materiali e immateriali) hanno fatto ripartire una città....

SOSTENERE IL CAMBIAMENTO

Nei prossimi 5 anni di governo tocca a noi completare il cammino iniziato e porre a compimento la rivoluzione in atto nella nostra città.

COME SI VOTA

Il 5 Giugno 2016: Elezioni Comunali.

Novità e regole del voto.

INSIEME

Ci presentiamo, siamo: Fabiana Acquisti, Anna Maria Barilari, Giorgia Bellucci, Simone Bertozzi, Giovanni Casadei, Roberto Celli, Giulia Corazzi, Claudia Corbelli, Barbara Di Natale, Sara Donati, Milena Falcioni, Mila Fumini, Lucilla Frisoni, Fabio Grassi, Juri Magrini, Roberto Mancini, Giovanni Marra, Carlo Mazzocchi, Giuseppe Mazzotti, Mattia Morolli, Erika Nanni, Francesca Panozzo, Matteo Petrucci, Enrico Piccari, Daniela Potenza, Roberto Rinaldi, Vincenzo Sciusco, Evelina Skenderi, Maurizio Tonti, Barbara Vinci, Elena Zamagni, Giovanna Zoffoli.

Siamo donne e uomini del Partito Democratico (in lista siamo più donne che uomini a dire il vero). Siamo cittadine e cittadini di questa città che si mettono in gioco a fianco del Sindaco Andrea Gnassi candidandosi a far parte del prossimo Consiglio Comunale. Siamo studenti e imprenditrici, commercianti e artigiani, operatori del sociale e liberi professionisti, artiste, creativi, agricoltori, casalinghe e pensionati... Abbiamo storie diverse, vissuti differenti e ci unisce la passione per la nostra città e la voglia di spingere il cambiamento fino in fondo. Siamo consci di far parte di una squadra di rinnovamento: sappiamo che siamo “nuovi” non solo -o non tanto- anagraficamente piuttosto di spirito e di visioni. Chiediamo il tuo sostegno per essere pronti, con Andrea, a continuare a sostenere il cambio di passo in atto nella nostra città.

I nostri candidati al Consiglio Comunale

una rivoluzione in atto

Nei passati 5 anni di governo ci siamo impegnati a sostenere con forza e coerenza il programma di mandato.

Rimini è cambiata sotto il passo di una rivoluzione costruita sui fatti. Cantieri (materiali e immateriali) hanno fatto ripartire una città, gettando - in anni duri di crisi - le basi per un futuro migliore sempre più possibile e raggiungibile.

Dalle chiacchiere da bar alla concretezza i fatti ci portano coi piedi per terra: sono partiti i lavori di scavo per la rete fognaria dopo decenni di stasi; la città e le sue bellezze divengono parte di una visione che le vede protagoniste di un motore culturale volano di opportunità e di nuovi lavori; come città torniamo ad avere un’immagine e uno spazio di visione europeo; in consiglio approviamo storicamente il registro delle unioni civili per ribadire con forza la nostra matrice culturale ospitale, aperta e solidale; senza aver paura di toccare privilegi e posizioni di rendita è stato avviato un profondo cambio di rotta a favore di una sostenibilità cittadina a 360° e senza posare un mattone in più abbiamo riavviato il circolo virtuoso dell’economia sulla ristrutturazione del patrimonio, sui grandi eventi internazionali, sulla riqualificazione urbana e la mobilità sostenibile.

 

SOSTENERE IL CAMBIAMENTO

Nei prossimi 5 anni di governo tocca a noi completare il cammino iniziato e porre a compimento la rivoluzione in atto nella nostra città.

La squadra con cui ci presentiamo alle prossime amministrative è fatta di competenze e innovazione perchè abbiamo bisogno d tutta la materia grigia, di tutte le volontà e di un grande sentimento per continuare a sostenere questo processo di cambio.

Abbiamo bisogno del coraggio di tutte e tutti. Solo così le idee nuove che abbiamo messo in gioco continueranno a trasformarsi in fatti concreti, sapendo bene che molto spesso il cambiamento significa pestare i piedi a poteri costituiti e a convenienze inerziali che si oppongono a qualsiasi innovazione.

Tutti insieme rappresentiamo una grande forza sociale capace di governare il cambiamento perchè le idee, le visioni e i valori più importanti non restino enunciati di principio ma continuino con coraggio a tradursi in fatti: la sostenibilità ambientale e quella economica, la sicurezza sociale, il diritto costituzionale al lavoro, la nostra lotta ai pregiudizi, all'omofobia, alla discriminazione e violenza di genere e al razzismo devono continuare a diventare fatti.

 

come si vota

il 5 Giugno 2016 per esprimere il tuo voto di lista al PD e a Andrea Gnassi fai una croce sul simbolo e (se vuoi) indica fino 2 preferenze (1 uomo e 1 donna) per i canditati al consiglio comunale. Una novità importante delle prossime elezioni comunali è la possibilità di dare due preferenze rispettando la differenza di genere. Ciò significa che si possono dare fino a due preferenze per il Consiglio Comunale purchè sia una femminile e una maschile.

Il Partito Democratico sostiene questa possibilità perchè crede che la rivoluzione nei fatti passi anche per la parità di genere! Crediamo che la doppia preferenza sia un nostro diritto ma anche un nostro “dovere” e ti invitiamo a farlo.